Indagini e monitoraggi ambientali e Valutazione di impatto ambientale

_IGP5772Da tempo lo staff del CGT Group si occupa di indagini ambientali in siti contaminati, pianificando ed eseguendo monitoraggi di tutte le matrici ambientali, e sviluppando e progettando sistemi di bonifica per le acque sotterranee anche non convenzionali. Oltre alle metodologie più comunemente utilizzate per il disinquinamento delle acque sotterranee, infatti, lo staff del CGT Group studia metodologie che prevedono sistemi efficienti a costi sostenibili, che non alterino le caratteristiche qualitative delle acque sotterranee e le loro naturali condizioni di deflusso sotterraneo, evitando così di interferire con le attività produttive presenti nell’area, e privilegiando i punti d’acqua già esistenti. Sia metodi chimico-meccanici già applicati in siti contaminati, sia quelli biologici attualmente in studio presso i nostri laboratori, permettono di raggiungere efficacemente gli obiettivi di bonifica senza determinare la produzione di metaboliti tossici, provvedendo così al ripristino delle naturali condizioni ambientali, usufruendo delle risorse idriche, nell’ottica della tutela e salvaguarda dell’ambiente e della salute pubblica.

Valutazione di impatto ambientale

Il CGT Group opera sin dagli anni ’90 nel settore degli studi ambientali, in particolare in supporto alla ricerca e produzione di idrocarburi. I servizi offerti comprendono: rapporti ambientali (Screening) e valutazioni preliminari d’impatto, relativi all’attività di esplorazione e produzione d’idrocarburi, per istanze di permesso e di concessione onshore e offshore, in attesa di conferimento; studi d’impatto ambientale (SIA), in terra: per istanze in attesa di conferimento che contengano al loro interno aree naturali protette (SIC, ZCS e altre), per postazioni di perforazione, tracciati di linee sismiche, tracciati di gasdotti e oleodotti; in mare: per piattaforme di perforazione e produzione, posa di condotte sottomarine, impianti tecnologici (rigassificatori).
È inclusa inoltre la sintesi non tecnica e l’assistenza nel corso della procedura di valutazione. Il baseline survey può venire effettuato se e per quanto serve.
L’attività fa riferimento specifico alla legislazione nazionale e regionale. Gli studi si articolano secondo quattro componenti: quadro di riferimento programmatico, quadro di riferimento progettuale, quadro di riferimento ambientale e stima degli impatti. In presenza di aree naturali protette si procede anche alla valutazione d’incidenza.